Insalata strana di polipo ricordando l'Elba ilprofumodeldejavu

Vai ai contenuti

Menu principale:


Insalata di polipo e fagioli

Il primo rush di ferie è terminato.
Siamo tornati da pochi giorni dalle coste elbane ed abbiamo subito sentito la mancanza delle bellissime spiagge dell'isola, del suo mare cristallino e dei suoi fondali ricchi di pesce.
E' stata una vacanza molto rilassante ma allo stesso tempo affascinante. Se è pur vero che il mondo è ricco di paesaggi e paesi da scoprire, ammetto che approfondire la conoscenza delle differenti caratteristiche che si possono riscontrare spostandosi nelle varie regioni Italiane mi stimola sempre molto.
Per chi mi segue regolarmente è cosa nota il mio amore per la Toscana, per i suoi ricchi paesaggi che variano dal verde intenso del suo cuore collinare all'azzurro cristallino della sua costa; per non parlare poi del fascino che mi sa sempre regalare lo scoprire antiche tradizioni che vengono tramandate di generazione in generazione in merito alla cucina regionale.
In questa vacanza, io e Davide, siamo usciti a mangiare fuori poco ma in posticini veramente degni di nota; abbiamo potuto gustare ottima carne di selvaggina e piatti di pesce molto interessanti.
Ed è proprio dall'assaggio di due antipasti di pesce gustati a Portoferraio e Marciana Marina che ho preso spunto per la realizzazione di questa mia nuova creazione.
Ho pensato di unire la classica ricetta elbana dell'insalata di polipo e fagioli al sapore intenso ma fresco del peperone, gustato in un particolare antipasto di ventresca di tonno.
Ecco che nasce così questo piatto, un'insolita insalata di polipo che vi assicuro stupirà il vostro palato.
Descriverla non è facile: è ricca ma allo stesso tempo povera, necessita di attenzione durante la preparazione ma vi assicuro che ne rimarrete soddisfatti.
Per la realizzazione ho nuovamente attinto dalla fornitura della Del Colle utilizzando i fagioli Tondini. Tengo a fare una piccola precisazione in merito: ho spesso gustato questa varietà di fagioli ma la resa ottenuta da questa versione è veramente invidiabile, la loro carnosità e farinosità vi consentirà di ottenere differenti preparazioni da un unico prodotto, così da creare del "gioco di consistenze" ad ogni boccone.

insalata di polpo

INSALATA STRANA DI POLIPO RICORDANDO L'ELBA
INGREDIENTI:
Dosi per 6 persone
- 1 polipo da 1 kg
- 1 peperone giallo grande
- 4 pomodori tondi maturi
- 4/6 pomodorini Piccadilly maturi
- 4 fette pane toscano sciocco
- pepe Cubebe q.b
- sale q.b
- olio extra vergine di oliva q.b
- basilico fresco
- mezzo limone


Come già anticipato precedentemente questa ricetta richiede un po' di attenzione e pazienza soprattutto nella preparazione delle dip; il piatto è composto da differenti preparazioni tutte semplici ma che richiedono un po' di tempo.
Potete preparare tutto in anticipo e poi assemblare il piatto poco prima di dover servire il vostro antipasto o secondo dosando differentemente le quantità a seconda della porzione che desiderate ottenere.
Io ho iniziato preparando le salsine.
Come primo passaggio mettete in ammollo per almeno due ore i vostri fagioli Tondini e una volta che si saranno reidratati metteteli a lessare in abbondante acqua (non salata) per circa 45/50 minuti, dovranno risultare cotti ma al dente.
Scolateli e divideteli in due porzioni uguali. La prima conservatela da parte mentre con la seconda create la prima crema di accompagnamento. Frullate quindi i fagioli con un po' della loro acqua di cottura, un pizzico di sale, del pepe cubebe macinato al momento e create una crema spumosa montando il composto con dell'olio versato a filo.
Lavate pomodori e peperoni, prendete i primi, tagliateli a metà ed adagiateli in una teglia ricoperta di carta forno. Spolverizzateli poi con origano, un pizzico di zucchero di canna e dell'olio extravergine di oliva, quindi infornateli per 10 min a 200° fino a che non inizieranno a caramellarsi.
Trascorsi i dieci minuti frullateli con mixer ad immersioni, con olio e sale.
Infornate anche il peperone intero e fatelo abbrustolire sotto il grill del forno su tutti i suoi lati, circa 10 minuti; quindi adagiatelo in una ciotolina, copritelo con pellicola e fatelo raffreddare. Quando sarà tiepido togliete la pellicina esterna, privatelo dei semi e dei filamenti interni e frullate anche quest'ultimo montando la salsa con olio extra vergine d'oliva. Aggiustate di sale e pepe.
Passate alla cottura del polipo. Dopo averlo lavato e privato del becco immergetelo in abbondante acqua non salata con una foglia d'alloro e fatelo cuocere per 45 minuti a partire dal bollore, dopodiché lasciate che arrivi a temperatura ambiente riposando nella sua acqua di cottura, in questo modo i filamenti della sua polpa si spezzeranno ed otterrete un polipo tenero.
Tagliatelo a pezzettini ed unitelo ai fagioli tondini conservati in precedenza e a dei cubetti di peperone giallo a crudo (in alternativa anche dei cubetti di friggitelli).
Condite il polipo con olio, il succo del limone e del basilico tritato finemente, copritelo con pellicola e fatelo riposare in frigo per almeno 2 ore.
Impiattate a seconda dei vostri gusti: io ho spennellato il piatto da portata con le dip di fagioli e peperoni adagiandovi sopra il polipo e decorando il piatto con gocce di succo di pomodoro caramellato. Ultimate con briciole di pane toscano tostate con olio e pepe cubebe.
Per un tocco di verde e per aumentare la croccantezza friggete delle foglie di basilico per due minuti ed utilizzatele come decorazione finale.


ricette polipo e legumi
ricette con polipo
Isola d'Elba
"Se una notte di giugno potesse parlare si vanterebbe di aver inventato il romanticismo"
Bern Williams
Lascia un commento
Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *




 
Torna ai contenuti | Torna al menu